Conferenza “Il difficile rapporto tra informatica e diritto” – Giovedì 14 maggio 2015 dalle 15.30 alle 18.30 – presso l’Aula Magna del Pensionato Studentesco “Suore della Provvidenza” – Gorizia (GO)

L’Ordine degli Avvocati di Gorizia organizza un incontro formativo avente a oggetto il rapporto tra due ambiti apparentemente molto lontani tra loro, ma che si stanno sempre più compenetrando: il mondo delle nuove tecnologie e quello del diritto.

Capita ormai quotidianamente che nell’esercizio della professione forense l’avvocato debba misurarsi con strumenti informatici: si pensi al deposito in via telematica di un atto nel processo civile, alla notifica di provvedimenti giudiziari via PEC e a tanti altri casi in cui la tecnologia viene impiegata al servizio del diritto, vale a dire di informatica giuridica.
Al tempo stesso una realtà socio-economica sempre più digitale offre al giurista nuove frontiere di studio rispetto a problematiche in costante evoluzione: si tratta del diritto delle nuove tecnologie.

La presente conferenza costituisce l’occasione per alcune riflessioni su temi di attualità a cavallo tra informatica e diritto.

Programma

Ebay, Uber e gli altri: giuridicità e antigiuridicità nella “peer to peer” economy
Dott. FEDERICO COSTANTINI – Ricercatore di Informatica giuridica, Dipartimento di Scienze giuridiche, Università degli Studi di Udine

I documenti informatici: norme giuridiche, regole tecniche e considerazioni pratiche
Avv. DAVID D’AGOSTINI – Professore a contratto di informatica e diritto all’Università di Udine

Modera il dibattito
avv. DARIO OBIZZI – Referente informatico del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Gorizia

La partecipazione all’incontro attribuisce agli avvocati partecipanti n. 3 crediti formativi, validi per l’area “civile” o per l’area “deontologia ed etica professionale”.

Per maggiori informazioni e per iscrizioni: www.avvocatigorizia.it

The following two tabs change content below.
David D'Agostini
Avvocato, appassionato di diritto delle nuove tecnologie, proprietà intellettuale e industriale.